Salta al contenuto principale

IL PROGETTO

progetto action economia circolareIl progetto "Action – Attivazione Cantiere Transfrontaliero per l'Inserimento OccupazioNale” finanziato dal Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, interviene nelle filiere della nautica da diporto e del turismo con l'obiettivo di creare nuova occupazione, favorendo al contempo l’evoluzione delle imprese dei territori interessati verso modelli di economia circolare.

Il progetto si sviluppa nell'arco di tre anni e, dopo una fase iniziale di indagine sul fabbisogno occupazionale tra aziende italiane e francesi di Toscana, Sardegna, Liguria, Corsica e Regione PACA, prevede la creazione di una Rete Transfrontaliera di soggetti specializzati, che sperimenti e attivi pacchetti di servizi di accompagnamento (tutoring e coaching), per la formazione di nuove figure professionali capaci di fornire, anche in forma autoimprenditoriale, le competenze necessarie per l’implementazione di soluzioni legate all'eco-design, all'utilizzo di prodotti e materiali sostenibili, al riciclo e riuso, alla riduzione dei fabbisogni energetici, alle applicazione ICT dedicate e alla minimizzazione degli scarti.

I beneficiari degli output di progetto saranno: imprese, centri per l'impiego, società di servizi, istituzioni e le persone in cerca di occupazione.

LA SFIDA

L'occupazione e la sostenibilità ambientale sono due temi fondamentali al centro delle agende politiche internazionali. Si tratta, di fatto, del mondo che lasceremo alle generazioni future: uno sguardo che vada al di là del presente e del futuro immediato deve tenere conto delle opportunità lavorative da offrire ai giovani e dell'impatto che processi produttivi e relativi prodotti possono avere sull'ambiente.

Orientare i sistemi produttivi e di consumo verso modelli della cosiddetta “economia circolare” è un’ineludibile sfida e al contempo una grande opportunità in quanto leva di sviluppo economico: le imprese che effettuano eco-investimenti sono in grado di generare più occupazione e valore aggiunto delle altre.

L’ECONOMIA CIRCOLARE

Per Economia Circolare si intendono quei processi produttivi che mantengono il più a lungo possibile il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse, riducendo al minimo la produzione di rifiuti. 

Il passaggio a modelli di Economia Circolare, oltre che priorità ambientale è al contempo una grande opportunità di creazione di occupazione per tutta l'area transfrontaliera. 

L'innovazione e la formazione inoltre, costituiscono delle leve essenziali per la diffusione di modelli di Economia Circolare e visto l'elevato costo dei progetti pilota, gli interventi pubblici a sostegno diventano essenziali.

I PARTNER

Il progetto è realizzato da un partneriato qualificato composto da:

  • Parco Scientifico del Comune di Capannori

  • NAVIGO Srl (Viareggio)

  • Confindustria Centro Nord Sardegna (Sassari)

  • CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa della Liguria (Genova)

  • GIP FIPAN – Groupement d'Intérêt Public Formation et Insertion Professionnelle Académie de Nice (Nizza)

  • GIP ACOR - Groupement d'Intérêt Public Formation Continue et Insertion Professionnelle de l'Académie de Corse (Ajaccio)

  • Demopolis Srl (Trapani).